PROGETTO PROMOSSO DALLA DIOCESI DI FOLIGNO

"Nella cittadinanza si esprime la dimensione dell'appartenenza civile e sociale degli uomini"
(Dal libro del Sinodo dei Giovani 2004 - 2007)

lunedì 4 febbraio 2013

Salviamo il paesaggio dal cemento

Venerdì 1 febbraio presso la sala conferenze di Palazzo Trinci gli studenti delle Scuole superiori di I° e II° di Foligno, nell'ambito dell'incontro con l'autore promosso dal Progetto Cittadini del Mondo in collaborazione con il Progetto Lettura, hanno incontrato Luca Martinelli giornalista della rivista Altreconomia. L'occasione è stata la presentazione del suo ultimo libro "Salviamo il paesaggio" ed. Altreconomia. Un piccolo manuale per difendere iul nostro territorio, la nostra nazione, dalla cementificazione selvaggia. Un viaggio attraverso le esperienze dei comitati che in tutto il Paese lavorano per “salvare il paesaggio” e le cui azioni sono ricche di spunti per tutti. Un panorama delle amministrazioni coraggiose che preferiscono gli onori della tutela del suolo, agli oneri di urbanizzazione nel loro bilancio. "Le nostre scelte di trasformazione del paesaggio - ha sottolineato Martinelli - sono importanti ma bisogna distinguere l'interesse collettivo da quello di qualche soggetto particolare. E' opportuno spostare il nostro ragionamento sul tema del bene comune". Ma noi cittadini cosa possiamo fare? "Noi cittadini dobbiamo prenderci le nostre responsabilità, perchè il cambiamento dipende da noi anche se siamo piccoli consumatori. Cambiare a partire da noi. Smettendo di lamentari e cambiare quello che è fatto male e sostenere quello che è fatto bene. Per esempio l'Umbria ha un grande ed importante patrimonio edilizio dei centri storici. Le amministrazioni comunali devono lavorare per questa riqualificazione". Durante l'incontro è stato presentato agli studenti il documentario "Il casello incantato". Un video-reportage a passo lento da Mestre ad Orte, lungo i territori che verrebbero attraversati dalla “nuova Autostrada del Sole”, la Orte-Mestre. Moderatore dell'incontro il prof. Fausto Gentili docente di filosofia e coordinatore dell'Officina della memoria.

Nessun commento:

Posta un commento