PROGETTO PROMOSSO DALLA DIOCESI DI FOLIGNO

"Nella cittadinanza si esprime la dimensione dell'appartenenza civile e sociale degli uomini"
(Dal libro del Sinodo dei Giovani 2004 - 2007)

giovedì 15 novembre 2018

FESTA DELL'ALBERO 2018


Mercoledì 21 novembre presso la scuola elementare di Belfiore (Foligno) festeggeremo con gli studenti dell'Istituto comprensivo Foligno 5 l'annuale Giornata nazionale degli alberi. L'evento è organizzato dal Comune di Foligno in collaborazione con la Diocesi di Foligno nell'ambito del Progetto Cittadini del Mondo area custodia del Creato e Legambiente Umbria sezione di Foligno.

La festa che avrà inizio alle ore 10.45 prevede dei canti introduttivi a cura dei bambini della scuola elementare di Belfiore. A seguire un momento formativo con gli studenti sul tema della custodia degli alberi e del paesaggio e poi alle 11.35 nello spazio verde adiacente alla scuola verranno messe a dimora di alcune piante nell'ambito dell'intervento di riqualificazione delle aree verdi delle scuole elementari e medie di Belfiore.

Gli alberi rappresentano da sempre un valore inestimabile per l’umanità sono custodi della nostra memoria e fonte di risorse preziose. Essi sono elementi fondamentali dell’ecosistema e, in modo particolare nella città, contribuiscono significativamente a contrastare l’inquinamento ambientale e a migliorare la qualità della nostra vita, sono simbolo di un millenario rapporto tra l’uomo e la natura, fatto di rispetto e armonia.

Alla festa interverrà Graziano Angeli Assessore ai lavori pubblici, Alessia Marini dirigente IC Foligno 5, don Luigi Filippucci responsabile Progetto Cittadini del Mondo e Marco Novelli Legambiente Umbria sezione di Foligno.

giovedì 11 ottobre 2018

PROCESSI DI CAMBIAMENTO, conferenze di formazione

Anche quest’anno la Diocesi di Foligno, a partire da lunedì 15 ottobre dalle ore 16 alle 19, presso l’aula magna della Scuola media Gentile Da Foligno, propone un ciclo di Conferenze di Formazione nell’ambito del Progetto Cittadini del Mondo, indirizzate ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, ai genitori, assistenti sociali, amministratori pubblici, educatori oratori e gruppi giovanili parrocchiali, operatori pastorali e del sociale, responsabili delle risorse umane. L’obiettivo è quello di riflettere sul ruolo positivo delle relazioni negli ambienti di vita, scuola, lavoro, famiglia, dove sperimentare le proprie competenze e sviluppare la propria identità, in un continuo scambio tra le persone, nel quale i processi emotivi e relazionali assumono un ruolo centrale. Le conferenze sono destinate ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, ai genitori, assistenti sociali, amministratori pubblici, educatori oratori e gruppi giovanili parrocchiali, operatori pastorali e del sociale, responsabili delle risorse umane. Negli anni precedenti l’attenzione formativa si è concentrata nel proporre ai partecipanti degli strumenti e stimoli di analisi e di didattica per rendere più efficace il loro servizio educativo, in funzione di fronteggiare i profondi cambiamenti in atto a livello socio-culturale e antropologico. La proposta di quest’anno verte su un altro genere di cambiamento, che si ispira ad un approccio formativo inside-out: per cambiare ciò che è all’esterno è necessario prima agire nella parte interna. Un rischio infatti nelle proposte formative, è quella di incentrare l’attenzione su elementi esterni: tecniche, strumenti, materiali, modelli. Come avviene in un trapianto chirurgico, l’organismo interno se non è pronto a ricevere ciò che viene dall’esterno può rigettarlo. Tradotto nel nostro contesto, il formatore può opporsi alla proposta non rispondendo alle sue precomprensioni e modelli mentali, oppure, di fronte alle prime difficoltà, può rinunciare e tornare a fare come aveva sempre fatto. Per questo un equipe di esperti accompagneranno i partecipanti alle conferenze di formazione: Fabrizio Carletti, laureato in Scienze Politiche all’Università di Perugia, specializzato in socio-antropologia e psico-pedagogia. Fabrizio è membro del gruppo di ricerca del Creative Learning Method, un progetto europeo finanziato dal programma Leonardo da Vinci, incentrato in particolare sulla creatività, l'innovazione e lo sviluppo delle capacità creative. Roberto Mauri psicologo e psicoterapeuta ad orientamento sistemico relazionale ha studiato presso l’Università Cattolica di Milano. E’ stato professore a contratto presso l’Università IULM di Milano (Psicologia delle relazioni interpersonali e Psicologia della pubblicità). Attualmente collabora sia con il Master in Sport ed intervento psico-sociale dell’Un. Cattolica sia con il Master in Marketing e Comunicazione dello Sport in IULM. Marco De Carolis laureato all’Università del Sacro Cuore. Pedagogista, giudice presso il Tribunale per i Minorenni delle Marche, docente di religione presso il Liceo Scientifico Marconi di Pesaro. E’ formatore ed esperto in processi educativi, realizza diversi progetti per la valorizzazione del talento e del protagonismo giovanile. Per informazioni ed iscrizioni contattare il Progetto Cittadini del Mondo, p.zza Faloci Pulignani n° 3, 06034 Foligno – tel. 0742342731 / Email: sociale@diocesidifoligno.it / Sito: www.diocesidifoligno.it / Blog: http://progettocittadinidelmondo.blogspot.com/  

sabato 29 settembre 2018

STUDENTI DI FOLIGNO A LAMPEDUSA PER LA GIORNATA DEL 3 OTTOBRE


Dall’1 al 3 ottobre, in occasione del quinto anniversario della strage del 3 ottobre 2013, in cui al largo dell’isola di Lampedusa in un naufragio persero la vita 368 persone, il Comitato Tre Ottobre vuole commemorare  tutti i migranti morti nel tentativo di raggiungere l’Europa e cercare di sensibilizzare la società civile e le istituzioni sui temi legati alle migrazioni.


Anche quest’anno saranno presenti moltissimi studenti di diverse scuole italiane ed europee a Lampedusa, la porta dell’Europa, per confrontarsi, dibattere, approfondire sui temi dell'immigrazione, dell'integrazione e dei diritti di rifugiati e richiedenti asilo.

Foligno sarà presente per il secondo anno consecutivo, nell’ambito del percorso “Abbattere muri, costruire ponti” promosso dal Progetto Cittadini del Mondo,  con una rappresentanza di studenti dell’Istituto tecnico tecnologico L. Da Vinci accompagnati dal prof. Carlo Felice docente di religione e da Marta Rossi del Progetto Cittadini del Mondo.

I ragazzi si ritroveranno presso l’Istituto Omnicomprensivo Luigi Pirandello e attraverso workshop, curati da ONG ed enti istituzionali, approfondiranno i diversi aspetti del fenomeno migratorio: dalle migrazioni forzate alla tratta di esseri umani, dalle operazioni di soccorso in mare all’accoglienza nel nostro Paese. Senza dimenticare le storie di vita, raccontate dagli stessi rifugiati e migranti sopravvissuti al naufragio. Nonostante la drastica riduzione degli sbarchi sulle coste italiane negli ultimi mesi dopo gli accordi con la Guardia Costiera libica, da gennaio ad oggi, sono morte nel Mar Mediterraneo oltre 1.700 persone (fonte OIM).

All’iniziativa aderiscono Rai-Radiotelevisione Italiana, come Media Partner, il Comune di Lampedusa e Linosa, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, l’Agenzia ONU per i Rifugiati (UNHCR), Amnesty International, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), Medici Senza Frontiere, Save the Children, la Comunità di Sant’Egidio e il Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta.

venerdì 28 settembre 2018

A FOLIGNO I PELLEGRINI PER I CAMBIAMENTI CLIMATICI

Giovedì 4 ottobre alle ore  da Piazza San Pietro a Roma parte il Pellegrinaggio “In Cammino per il Clima” che porterà 20 pellegrini italiani e stranieri da Roma a Katowice in Polonia, dove si terrà la nuova riunione dei leader mondiali sul Clima (COP24). L’Iniziativa, con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare, è organizzata per la tratta italiana, come già nel 2015, da FOCSIV – Volontari nel mondo si concluderà ai primi di dicembre nella cittadina polacca.
“Ogni anno assistiamo - Andrea Stocchiero, responsabile policy FOCSIV all’aumento delle conseguenze provocate dai cambiamenti climatici. Un fenomeno provoca sempre più disastri e catastrofi ambientali e che mette a rischio intere popolazioni. I valori e i principi abbracciati dai pellegrini di In Cammino per il Clima sono quelli enunciati dall’Enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco che ha richiamato l’attenzione sulla cura del Creato".
Il pellegrinaggio  come nel 2015, sarà guidato da Yeb Saño, ex – negoziatore sui cambiamenti climatici della Repubblica delle Filippine, e arriverà a Katowice attraversando Lazio, Umbria, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Lungo il percorso in alcune tappe verranno organizzati eventi che possano coinvolgere quante più persone e, soprattutto, informare e sensibilizzare la cittadinanza sul tema del cambiamento climatico.
Mercoledì 10 ottobre i pellegrini arriveranno a Foligno e saranno ospitati dalla Parrocchia di Sant'Eraclio. Per l'occasione alle ore 21 presso il Centro giovani della parrocchia ci sarà un incontro aperto a tutti con i partecipanti al pellegrinaggio per riflettere insieme sul tema "Migranti e Cambiamenti climatici".
Giovedì 11 ottobre 2018 la mattina incontro con gli studenti dell’Istituto Tecnico Tecnologico Leonardo Da Vinci che partecipano al Progetto Cittadini del MondoAlle ore 9.00 ritrovo degli studenti presso la Piazza 3 ottobre 2018 per fare memoria della Giornata di tutte le vittime a causa delle migrazioni. Alle ore 9.30 Aula magna ITT Leonardo Da Vinci la  testimonianza dei rappresentanti del pellegrinaggio COP24  e della rappresentanza di studenti che sono stati a Lampedusa per la Giornata della memoria del 3 Ottobre.

sabato 22 settembre 2018

CONFERENZE DI FORMAZIONE SUI PROCESSI DI CAMBIAMENTO


Le Conferenze di formazione per l'anno scolastico 2018 - 2019, promosse dalla Diocesi di Foligno nell'ambito del Progetto Cittadini del Mondo, hanno il fine di ragionare su ruolo positivo delle relazioni in classe tra docenti e studenti dove sperimentare le proprie competenze e sviluppare la propria identità, in un continuo scambio con i pari e gli insegnanti, nel quale i processi emotivi e relazionali assumono un ruolo centrale. Negli anni precedenti l’attenzione formativa si è concentrata nel proporre ai docenti strumenti e stimoli di analisi e di didattica per rendere più efficace il loro servizio educativo, in funzione di fronteggiare i profondi cambiamenti in atto a livello socio-culturale e antropologico. La proposta di quest’anno verte su un altro genere di cambiamento, che si ispira ad un approccio formativo inside-out: per cambiare ciò che è all’esterno è necessario prima agire nella parte interna.  Un rischio infatti nelle proposte formative, è quella di incentrare l’attenzione su elementi esterni: tecniche, strumenti, materiali, modelli. Come avviene in un trapianto chirurgico, l’organismo interno se non è pronto a ricevere ciò che viene dall’esterno può rigettarlo. Tradotto nel nostro contesto, il docente può opporsi alla proposta non rispondendo alle sue precomprensioni e modelli mentali, oppure, di fronte alle prime difficoltà, può rinunciare e tornare a fare come aveva sempre fatto.

INCONTRI:

Lunedì 15 ottobre / IL CAMBIAMENTO INIZIA DA ME: CUORE – MENTE – VOLONTA’ DELL’INSEGNARE
Stimolare un processo narrativo-autobiografico, attraverso il quale far riemergere la personale visione di scuola, per riconnettersi alle motivazioni profonde e ai principi guida della propria missione educativa Ripensare il proprio linguaggio di fronte alla realtà: da deresponsabilizzante a responsabilizzante, definendo la propria sfera di influenza per non percepirsi come frutto di circostanze indipendenti da noi.

Relatori: Prof. Marco De Carolis e Dott. Fabrizio Carletti


Lunedì 29 ottobre / LA PALESTRA DEGLI EDUCATORI: PAURE, SCELTE, CADUTE E RISALITE

Inizieremo con un’uscita con i partecipanti per conoscerci e sperimentare i propri atteggiamenti relazionali e di team all’interno di una struttura di Pesaro pensata per la formazione esperienziale. Un formatore, anche insegnante di religione e giudice al tribunale dei minori, è referente per la formazione del progetto JungleUp, una struttura unica in Italia pensata non solo per l’esercizio fisico ma anche per il training. Partenza ore 14.30 piazzale della scuola. Iscrizioni entro lunedì 8 ottobre. Info: https://www.jungleup.com/

Lunedì 12 novembre / IL MIO STILE RELAZIONALE E COMUNICATIVO
Il mio stile relazionale e comunicativo determina l’ambiente in cui vico, come lo percepisco e interpreto, influendo sul clima e il benessere a scuola per colleghi e studenti. Un atteggiamento negativo e modelli relazionali disfunzionali determinano profezie negative che inevitabilmente si avvereranno. Qual è il mio stile comunicativo? Quali sono i motori interni che guidano il mio approccio relazionale? Quali le conseguenze? Solo e posso misurare e osservare una realtà, anche interiore, allora la posso gestire determinando un contesto desiderato.

Relatore: Dott. Fabrizio Carletti

Lunedì 26 novembre / COSA FACCIO DI FRONTE AL CONFLITTO?
La nostra personalità influisce anche nel nostro modo di rapportarsi al conflitto. Eppure ogni relazione racchiude in sé una naturale tensione conflittuale frutto dell’incontro di una ineliminabile e intrinseca diversità.  Quanto sono libero nel gestire in modo autentico situazioni di tensione? Quanto sono dipendente da dinamiche emotive e precomprensioni che determinano le mie reazioni? Solo una persona indipendente, che ha raggiunto un adeguato livello di auto-consapevolezza può affrontare in modo libero tali situazioni.

Relatore: Dott. Roberto Mauri

Lunedì 10 dicembre / IO E IL TEAM: COME LAVORO INSIEME AGLI ALTRI
La nostra capacitò di lavorare in team è frutto del percorso di autoconsapevolezza fatto finora. In un contesto di complessità e di cambiamento veloce come quello in cui viviamo oggi, il lavoro sinergico è sempre più importante per svolgere con serenità ed efficacia il proprio lavoro.
Come lavoro in team? Quali preoccupazioni o priorità mi guidano nel lavorare con gli altri? L’obiettivo è riuscire a realizzare dei contesti win-win, dove il lavoro insieme sia un’esperienza in cui tutti possano vincere e non farlo a spese di altri, dove ognuno possa mettere in gioco le proprie potenzialità per la riuscita di tutti.

Relatore: Dott. Fabrizio Carletti

FORMATORI:
-          Fabrizio Carletti: laureato in Scienze Politiche all’Università di Perugia, specializzato in socio-antropologia e psico-pedagogia. Fabrizio è membro del gruppo di ricerca del Creative Learning Method, un progetto europeo finanziato dal programma Leonardo da Vinci, incentrato in particolare sulla creatività, l'innovazione e lo sviluppo delle capacità creative.  

-          Roberto Mauri: psicologo e psicoterapeuta ad orientamento sistemico relazionale ha studiato presso l’Università Cattolica di Milano. E’ stato professore a contratto presso l’Università IULM di Milano (Psicologia delle relazioni interpersonali e Psicologia della pubblicità). Attualmente collabora sia con il Master in Sport ed intervento psico-sociale dell’Un. Cattolica sia con il Master in Marketing e Comunicazione dello Sport in IULM.

-          Marco De Carolis: laureato all’Università del Sacro Cuore. Pedagogista, giudice presso il Tribunale per i Minorenni delle Marche, docente di religione presso il Liceo Scientifico Marconi di Pesaro, è formatore ed esperto in processi educativi, realizza diversi progetti per la valorizzazione del talento e del protagonismo giovanile.

Le conferenze di formazione ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, ma sono aperte anche ai genitori, assistenti sociali, amministratori pubblici, educatori oratori e gruppi giovanili parrocchiali, operatori pastorali, si svolgeranno presso l'aula magna dell'Istituto Comprensivo Foligno 4, Via Monte Soratte n° 47 (Foligno) dalle ore 16.00 alle 19.00.

Alla fine delle conferenze ai partecipanti verrà consegnato a tutti un attestato di partecipazione, valido per i docenti per essere inserito nelle iniziative extra della piattaforma SOPHIA. 

Per informazioni ed iscrizioni contattare Progetto Cittadini del Mondo, p.zza Faloci Pulignani n° 3, 06034 Foligno – tel. 0742342731 / Email: sociale@diocesidifoligno.it / Sito: www.diocesidifoligno.it / Blog: http://progettocittadinidelmondo.blogspot.com/ 

venerdì 6 aprile 2018

Settimana Giovani Idee per il Territorio


Una nuova edizione della Settimana Giovani Idee per il Territorio che si svolgerà dal 19 al 24 aprile che vedrà protagonisti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della città di Foligno a conclusione del Progetto Cittadini del Mondo promosso dalla Diocesi di Foligno nell'anno scolastico 2017-2018, con il patrocinio della Regione Umbria, dell'Ufficio scolastico regionale, della Provincia di Perugia, del Comune di Foligno.

Giovedì 19 aprile 2018 – ore 10 presso l’Auditorium San Domenico convegno dal titolo “Io non ho paura” a conclusione del percorso “L’Europa inizia a Lampedusa” in collaborazione con l’Istituto tecnico tecnologico L. Da Vinci. Interverranno Antonella Iunti Direttore Ufficio scolastico regionale, Tareke Brahme Presidente Comitato 3 ottobre, Simone Varisco Ufficio ricerca della Fondazione Migrantes, Alessandro Maria Vestrelli Dirigente della Regione Umbria.

Sabato 21 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, finale del percorso “Imprenditori di sé stessi. Dall’idea all’impresa” in collaborazione con Multiverso Cooworking Foligno. Presentazione delle idee imprenditoriali proposte dagli studenti  dell’Istituto tecnico tecnologico L. Da Vinci, Istituto professionale E. Orfini, Istituto tecnico economico F. Scarpellini nell’ambito dell’alternanza scuola – lavoro.

Lunedì 23 aprile 2018 – ore 16 Spazio ZUT ex Cinema Vittoria esposizione a tutta la cittadinanza degli elaborati fotografici realizzati dagli studenti nell’ambito del laboratorio di fotografia curato dall’Associazione Bande à Part. Gli obiettivi didattici e le finalità educative di questa attività sono stati molteplici, primo fra tutti stimolare nei bambini/ragazzi la capacità di osservazione del mondo e degli altri. Uno sguardo sulla realtà da punti di vista diversi, liberi e creativi, in cui le differenze e le diversità diventano ricchezza comune.

Martedì 24 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, “Ambiente, Legalità, Salute” incontro degli studenti con don Marco Ricci parroco nella città di Ercolano presso la parrocchia S. Cuore di Gesù, la più vasta della Diocesi di Napoli per estensione territoriale, alle falde del Vesuvio, nel cuore dell'omonimo Parco Nazionale. Presidente dell'Associazione "Salute Ambiente Vesuvio", grazie alle sue denunce sono stati rinvenuti rifiuti tossici interrati nel Parco Nazionale dalla camorra negli anni '80-'90. Ancora oggi, con l'aiuto dei volontari dell'associazione, svolge una costante azione di denuncia e sensibilizzazione sulla salvaguardia del creato. Ha ricevuto nel 2017 il premio “Luisa Minazzi - Ambientalista dell’Anno” istituito da Legambiente.

martedì 30 gennaio 2018

DELEGAZIONE DI STUDENTI DALLA ROMANIA A FOLIGNO

Incontro con il Vescovo Mons. Gualtiero Sigismondi
Mercoledì 17 gennaio una delegazione di giovani studenti del Collegio Traian Lalescu di Resita (Romania) sono stati ricevuti dal Vescovo di Foligno Mons. Gualtiero Sigismondi. Presente all'incontro anche Don Luigi Filippucci Responsabile del Progetto Cittadini del Mondo e Padre Lungu Sebastian Parroco della Chiesa ortodossa rumena di Foligno.

Gli studenti rumeni sono arrivati a Foligno per rinsaldare quei legami d'amicizia con i coetanei delle Scuole secondarie di secondo grado di Foligno dell'Istituto tecnico tecnologico Leonardo Da Vinci e l'Istituto tecnico economico F. Scarpellini nell'ambito del Progetto Cittadini del Mondo.
L'incontro con il Sindaco di Foligno Nando Mismetti
La delegazione rumena è stata ricevuta successivamente dal Sindaco di Foligno Dott. Nando Mismetti e dall'Assessore con delega alla pace Dott.ssa Maura Franquillo nella bellissima cornice di Palazzo Trinci. 
Un bellissimo momento per costruire legami di conoscenza tra la città di Foligno e quella di Resita (Romania).

La mattinata si è conclusa con gli incontri della delegazione rumena del Collegio Traian Lalescu di Resita (Romania) con gli studenti dell' Ite Scarpellini Foligno e dell'ITT Leonardo Da Vinci per dialogare sull'Europa dei popoli.

L'incontro con gli studenti
La delegazione è stata accompagnata da don Francesco Pierpaoli parroco della Diocesi di Fano e responsabile del Campo Ecumenico Europeo di Loreto, dall’Ispettore Generale scolastico della regione di Caraş-Severin, Professore Ioan Benga, l’Ispettore di Management, prof. Silviu Izvernar, l’Ispettore di religione, padre prof. Nicolae Chiosa insieme con padre Damaschin Tătaru e padre Petrica Ghimboașă della Diocesi ortodossa di Caraş-Severin.