PROGETTO PROMOSSO DALLA DIOCESI DI FOLIGNO

"Nella cittadinanza si esprime la dimensione dell'appartenenza civile e sociale degli uomini"
(Dal libro del Sinodo dei Giovani 2004 - 2007)

lunedì 19 novembre 2012

Un nuovo stile di vita è possibile? Seconda conferenza di formazione


Perché è urgente passare dall’indifferenza alla solidarietà e responsabilità rispetto ai problemi mondiali? Dalle ferite all’ambiente alla custodia del creato? Di questo si parlerà venerdì 30 novembre 2012 alle ore 16 presso l'aula magna dell'Istituto Istruzione Superiore "E. Orfini" nella seconda conferenza di formazione su Bene comune e Salvaguardia del creato. Appuntamento, nell'ambito del Progetto Cittadini del Mondo promosso dalla Diocesi di Foligno, dal titolo "Nuovi stili per un consumo etico e solidale” che vedrà l’intervento di padre Adriano Sella, responsabile della rete interdiocesana nuovi stili di vita.  Riflettere insieme su un nuovo rapporto con le cose passando dal consumismo al consumo critico. Costruire un  nuovo rapporto con le persone recuperando la ricchezza delle relazioni umane. Pensare un nuovo approccio con la natura procedendo dall'uso indiscriminato alla responsabilità per tutto il creato. Muoversi dall'indifferenza verso le urgenze mondiali alla solidarietà, dall'assistenzialismo alla giustizia sociale. Padre Sella missionario saveriano è stato impegnato nella Diocesi di Vicenza a favore di immigrati, emarginati, zingari e tossicodipendenti. Ha vissuto un'esperienza di missione in Brasile in Amazzonia nel territorio del Sao Felix do Xingu, entrando in contatto con il mondo degli indios. In questo territorio si è schierato con i contadini contro i soprusi delle grandi aziende latifondiste, seguendo il cammino delle comunità cristiane locali. Una volta tornato in Italia nel 1995, ha iniziato una fitta attività di conferenziere, scrittore e giornalista per varie riviste di mondialità (tra cui Avvenimenti, Adista, Missione Oggi) facendosi promotore nel 1995 del Movimento "Gocce di giustizia" e, nel 2007, della Rete interdiocesana "Nuovi stili di vita" che oggi coinvolge numerosi Diocesi italiane.

Nessun commento:

Posta un commento