Passa ai contenuti principali

Viaggio di distruzione e creazione verso Bruxelles

Se c'è una cosa che ho imparato grazie a questo viaggio è che non può esserci creazione senza distruzione. Molte delle persone che vivono la propria realtà si accontentano, chiudono la porta a chiave e non vogliono più sapere cosa c'è "al di là". Spesso si pensa che la nostra sia l'unica realtà possibile e che non sia necessario allargare la propria visuale; per questo esistono atteggiamenti come il fondamentalismo, il razzismo o un qualsiasi preconcetto. Questa è una delle ragioni per cui non ci sentiamo cittadini europei. Con questa visita abbiamo avuto la grande opportunità di "distruggere" i nostri confini mentali e "creare" una nuova visione d'insieme, che permette di osservare le cose dall'alto, potendone godere a pieno. L'Unione Europea è questo grande progetto iniziato proprio da un italiano, Altiero Spinelli, che ha avuto successo perché ha risposto ad un bisogno reale dell'Europa: l’unione dopo un così distruttivo evento come la seconda guerra mondiale; distruzione e creazione, o se preferiamo, Eros e Thanatos, Amore e Morte. Abbiamo la forza di distruggere questa barriera e sentirci parte di una comunità internazionale? Alcuni pensano che vada bene così, che non sia necessario, che si debba rimanere aggrappati alle nostre tradizioni con forza, ma far parte di una comunità europea non significa perdere il particolare o la propria identità. Il cuore è uno degli organi più importanti del corpo e rimarrà sempre ben distinto dagli altri, ma deve essere inserito in un organismo per poter funzionare, così ogni stato dell’Unione. Ogni deputato ha il diritto e dovere di esprimersi nella lingua madre, di mantenere la propria cultura, di sentirsi in ogni occasione - che si trovi a casa, nella propria regione, nella propria nazione, o in un volo per Bruxelles - cittadino del proprio paese e allo stesso tempo, cittadino del mondo. Il viaggio stesso è nato come una “distruzione” delle normali forme in cui vengono inseriti gli alunni; il gruppo era composto da studenti di ogni scuola e ne è nato un grande esempio di coesione che ha reso l’esperienza solo più speciale.
Luca Schiavoni 5CST  Liceo scientifico G. Marconi

Commenti

Post popolari in questo blog

A FOLIGNO I PELLEGRINI PER I CAMBIAMENTI CLIMATICI

Giovedì 4 ottobre alle ore  da Piazza San Pietro a Roma parte il Pellegrinaggio “In Cammino per il Clima” che porterà 20 pellegrini italiani e stranieri da Roma a Katowice in Polonia, dove si terrà la nuova riunione dei leader mondiali sul Clima (COP24). L’Iniziativa, con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare, è organizzata per la tratta italiana, come già nel 2015, da FOCSIV – Volontari nel mondo si concluderà ai primi di dicembre nella cittadina polacca. “Ogni anno assistiamo - Andrea Stocchiero, responsabile policy FOCSIV all’aumento delle conseguenze provocate dai cambiamenti climatici. Un fenomeno provoca sempre più disastri e catastrofi ambientali e che mette a rischio intere popolazioni. I valori e i principi abbracciati dai pellegrini di In Cammino per il Clima sono quelli enunciati dall’Enciclica “Laudato Sì” di Papa Francesco che ha richiamato l’attenzione sulla cura del Creato". Il pellegrinaggio  come nel 2015, sarà guidato da Yeb Saño, ex …

Settimana Giovani Idee per il Territorio

Una nuova edizione della Settimana Giovani Idee per il Territorio che si svolgerà dal 19 al 24 aprile che vedrà protagonisti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado della città di Foligno a conclusione del Progetto Cittadini del Mondo promosso dalla Diocesi di Foligno nell'anno scolastico 2017-2018, con il patrocinio della Regione Umbria, dell'Ufficio scolastico regionale, della Provincia di Perugia, del Comune di Foligno.
Giovedì 19 aprile 2018 – ore 10 presso l’Auditorium San Domenico convegno dal titolo “Io non ho paura” a conclusione del percorso “L’Europa inizia a Lampedusa” in collaborazione con l’Istituto tecnico tecnologico L. Da Vinci. Interverranno Antonella Iunti Direttore Ufficio scolastico regionale, Tareke Brahme Presidente Comitato 3 ottobre, Simone Varisco Ufficio ricerca della Fondazione Migrantes, Alessandro Maria Vestrelli Dirigente della Regione Umbria.
Sabato 21 aprile 2018 – ore 10 Palazzo Trinci sala conferenza, finale del percorso “Imprenditori d…

PROCESSI DI CAMBIAMENTO, conferenze di formazione

Anche quest’anno la Diocesi di Foligno, a partire da lunedì 15 ottobre dalle ore 16 alle 19, presso l’aula magna della Scuola media Gentile Da Foligno, propone un ciclo di Conferenze di Formazione nell’ambito del Progetto Cittadini del Mondo, indirizzate ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, ai genitori, assistenti sociali, amministratori pubblici, educatori oratori e gruppi giovanili parrocchiali, operatori pastorali e del sociale, responsabili delle risorse umane.L’obiettivo è quello di riflettere sul ruolo positivo delle relazioni negli ambienti di vita, scuola, lavoro, famiglia, dove sperimentare le proprie competenze e sviluppare la propria identità, in un continuo scambio tra le persone, nel quale i processi emotivi e relazionali assumono un ruolo centrale. Le conferenze sono destinate ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, ai genitori, assistenti sociali, amministratori pubblici, educatori oratori e gruppi giovanili parrocchiali, operatori pastorali e del soc…