PROGETTO PROMOSSO DALLA DIOCESI DI FOLIGNO

"Nella cittadinanza si esprime la dimensione dell'appartenenza civile e sociale degli uomini"
(Dal libro del Sinodo dei Giovani 2004 - 2007)

mercoledì 22 dicembre 2010

Terza conferenza: Il Mediterraneo e la Cittadinanza

Venerdì 14 gennaio 2011 dalle ore 16 alle ore 19 presso l'aula magna del Liceo Classico "F. Frezzi" terza conferenza di formazione dal titolo "Il Mediterraneo e la Cittadinanza".




Interveranno:
Dott. Paolo BUSTAFFA Giornalista e Direttore del SIR (Servizio Informazione Religiosa)
Don Francesco PIERPAOLI Responsabile dell'Agorà del Medierraneo.

Le conferenze sono destinate ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado, agli operatori sociali, agli educatori dei gruppi giovanili e degli oratori parrocchiali, agli amministratori pubblici.


Servizio Informazione Religiosa

L'Agenzia S.I.R. nasce nel 1988, per iniziativa della Federazione Italiana Settimanali Cattolici e con il sostegno della CEI. Il primo numero del SIR settimanale (l'attuale SIR Italia) porta la data del 13 gennaio 1989 e si apre con una nota che illustra le linee editoriali dell'agenzia. Vi si legge, tra l'altro: "Senza presunzione, con realistico senso dei nostri limiti, ma con completa determinazione, il SIR vuole contribuire a spogliare l'informazione religiosa da quei modelli riduttivi che la selezionano, la interpretano, la divulgano con un'ottica esclusivamente ideologica, politica e partitica. Riteniamo che il 'fatto religioso', anche dal punto di vista giornalistico, sia molto più complesso e chi lo legge deve essere soprattutto aiutato a capirlo nelle sue radici e nel suo significato profondo per trarne un libero giudizio. Per questo preferiremo sempre l’obiettività, il rigore e la verifica, allo scoop solo apparentemente redditizio. Tutto in clima di stima sincera, di rispetto e di aperta attenzione a tutti coloro che in Italia oggi si dedicano all’informazione religiosa… Il nostro impegno per essere stampa di verità e di libertà è nel solco secolare del giornalismo cattolico e questa ulteriore esperienza vorrebbe confermarlo, in una forma aderente a questa stagione della Chiesa e della Società italiana". Il 21 giugno 1990, il SIR settimanale diventa bisettimanale. Negli anni successivi e con le nuove tecnologie informatiche iniziano le trasmissioni dell’Agenzia in posta elettronica. Il 9 novembre 1994, si avviano i lanci quotidiani via fax e posta elettronica a un gruppo di testate nazionali. Il 20 settembre 1995, l'Agenzia SIR lancia il proprio sito Internet: si tratta di uno dei primi servizi web cattolici in Italia. Il sito verrà rivisto graficamente e nei contenuti nel 1998, nel 2003 e nel 2005. Nel 2001 prende avvio, d'intesa con il Consiglio delle Conferenze episcopali europee, SIR Europa: bisettimanale di informazione europea che concentra la sua attenzione su diversi temi e aspetti del nostro continente. Dalle attività delle Conferenze episcopali europee, al dialogo ecumenico e interreligioso, senza dimenticare le attività istituzionali dell'Ue. Trasmesso on line (con accesso free) in italiano e inglese, SIR Europa è attualmente impegnato anche in un progetto di sviluppo in sinergia con altri media cattolici europei. Il 5 novembre 2010 - proprio nell'anno in cui il SIR festeggia 15 anni di presenza in Internet - viene pubblicato il nuovo sito dell'Agenzia, completamente rivisto nella grafica, dotato delle più moderne tecnologie web grazie al supporto professionale e tecnico di "SEED Edizioni Informatiche".


Agora dei giovani del Mediterraneo

L’Agorà dei Giovani del Mediterraneo si sta trasformando, a seguito delle riflessioni di questi anni, da evento a progetto: un percorso che vive durante l’intero anno e che trova un momento di forte significato nella celebrazione dell’evento Agorà, il quale si svolge sempre nel mese di settembre al Centro Giovanni Paolo II di Loreto.

L’Agorà dei Giovani del Mediterraneo si propone di:
• creare relazioni significative e durature tra giovani cattolici dei diversi Paesi del Mediterraneo (nella prospettiva dell’apertura al dialogo con i giovani di altre confessioni e religioni);
• favorire la circolazione di informazioni ed esperienze tra le comunità giovanili dei Paesi coinvolti;
• stimolare nei giovani una crescita nella sensibilità culturale, sociale e politica, in vista del mutuo sostegno di tutte le Chiese che si affacciano sul Mediterraneo;
• stimolare una seria e documentata riflessione sull’importanza delle comuni radici cristiane per l’assetto dell’unione Europea ed il suo ruolo nel Mediterraneo.

Nessun commento:

Posta un commento